Biomasse

Le biomasse sono prodotti combustibili derivati da vari materiali di origine biologica, scarti delle attività agricole riutilizzati in centrali termiche per la produzione di energia elettrica: legna da ardere, residui agricoli e forestali, scarti dell'industria agroalimentare, reflui degli allevamenti, rifiuti urbani o specie vegetali appositamente coltivate.
Trarre energia dalle biomasse consente di eliminare i rifiuti prodotti dalle attività umane e ricavare energia elettrica da una fonte rinnovabile, riducendo così la dipendenza dalle fonti di natura fossile.
Le biomasse liberano nell'ambiente la sola quantità di CO2 che le piante hanno originariamente assimilato durante la loro formazione, e una quantità di zolfo e ossidi di azoto nettamente inferiore rispetto a quella rilasciata dai combustibili fossili.

Per un'ulteriore riduzione dell'impatto, gli impianti a biomasse utilizzano combustibile locale, così da poter ammortizzare anche i costi del trasporto.
A fronte del progressivo esaurimento delle fonti fossili convenzionali, le biomasse costituiscono un'importante integrazione alle energie rinnovabili come quella solare, per le quali non sono ancora disponibili tecnologie di conservazione.