Passive house (casa passiva)

La passive house è una struttura abitativa in grado di offrire un ambiente termico confortevole durante tutto l’anno, ricorrendo a forme di riscaldamento e raffrescamento interno alternative a quelle convenzionali e a basso impatto ambientale.
Sfruttando al meglio le caratteristiche climatiche dell'habitat locale e la radiazione solare diretta, attraverso superfici vetrate e opache altamente isolanti e a bassissima dispersione, la passive house garantisce temperature interne costanti e confortevoli senza l'impiego degli impianti tradizionali; questa nuova concezione abitativa, in sinergia con i materiali impiegati nella costruzione, può sfruttare anche i guadagni termici derivanti dall'attività umana che si svolge all'interno delle mura domestiche.
Durante i mesi invernali, il superisolamento dell'involucro e degli infissi, impedisce al calore di disperdersi all'esterno; nel periodo estivo il cappotto funziona in modo inverso, impedendo al calore esterno di entrare negli ambienti interni, mentre sistemi di schermatura (veneziane o frangisole), appositamente installati sulle superfici vetrate, riflettono i raggi solari.
La ventilazione e il controllo dell’umidità interna possono essere affidati a impianti appositi che consumano meno di un ferro da stiro.

Il fabbisogno energetico annuo di una passive house è inferiore ai 15 kWh/m2, contro quello di un edificio tradizionale che consuma in un anno fra i 150 e i 300 kWh/m2.
La passive house consente un risparmio energetico complessivo di almeno il 90% rispetto ad un edificio tradizionale, e dell’80% rispetto a un edificio costruito secondo le più avanzate norme europee.